Cosa vorrei che mio figlio imparasse dopo questi giorni

DSC09520-1.jpg

Sono giorni molto difficili.

Impossibile pensare ad altro. Siamo stati colpiti al cuore, e probabilmente smetteremo di sanguinare, ma la ferita si vedrà per sempre.

In quel quartiere dove abbiamo abitato, dove andavamo tutti i giorni, in quella sala da concerto dove io e Julien abbiamo ascoltato una straordinaria performance di Raphael Saadiq il giorno del suo ventiseiesimo compleanno.

I nostri occhi sono ancora sbarrati, e alterniamo telegiornali a computer per tenerci continuamente aggiornati.

Sono giorni di sgomento, di rabbia, ma anche di riflessione. Riflettiamo sul perché tutto questo é accaduto e accade, sulle radici del problema e sulla sua storia, ma soprattutto riflettiamo sul mondo in cui viviamo, e sul mondo che verrà. Quel mondo in cui abbiamo deciso di far vivere i nostri figli. Ecco cosa vorrei che mio figlio imparasse dopo questi giorni.

Vorrei che mio figlio imparasse che il modo migliore per combattere l'odio é l'amore.

Vorrei che mio figlio imparasse che é grazie alle persone cattive che scopriamo quelle buone.

Vorrei che mio figlio imparasse che di fronte alla tragedia ci ritroviamo tutti nudi, umiliati, frustrati, ed é la nostra reazione a tutto questo che forgierà il nostro carattere.

Vorrei che mio figlio imparasse che il mondo é grande, composto da tante culture diverse,nessuna é superiore all'altra, e che da ognuna possiamo imparare qualcosa di nuovo.

Vorrei che mio figlio imparasse che in alcuni casi bisogna porgere l'altra guancia, ma in altri occhio per occhio dente per dente.

Vorrei che mio figlio imparasse che bisogna sempre guardare oltre la propria realtà, perché ci sono luoghi in cui ancora oggi la gente é in guerra, i bimbi soffrono e le famiglie non hanno il privilegio di ritrovarsi la sera davanti ad un piatto caldo.

Vorrei che mio figlio imparasse a non avere mai paura. E nel caso in cui questo accadesse, ad affrontarla con un sorriso.

Vorrei che mio figlio imparasse che in ogni favola c'é un cattivo, ma che alla fine é sempre l'amore tra i buoni che lo sconfigge.

Vorrei che mio figlio imparasse che nella vita ci sono momenti belli e meno belli, e che ognuno di questi ci offre sempre lo spunto per riflettere ed imparare cose nuove.

Vorrei che mio figlio imparasse a sconfiggere il pregiudizio con il lume della curiosità.

Vorrei che mio figlio imparasse che la vita é un bene prezioso, e quindi bisogna saperla rispettare. 

E poi vorrei che mio figlio sapesse che il suo mondo é meraviglioso, e che spero resterà cosi' il più a lungo possibile, perché a volte quello degli adulti é parecchio noioso. Si arrabbiano, litigano, e sbuffano spesso.

La migliore terapia sarebbe tornare tutti bambini. Per riscoprire il mondo di nuovo. Ma dal basso, con umiltà.

Ma si dai, cosa ci interessa, buttiamo i giocattoli per terra, scalciamo nell'acqua, battiamo le manine e guardiamo Peppa Pig. Chiunque voglia unirsi a noi sarà il benvenuto, stasera per cena lo chef propone pappa al formaggino. Peace & Love a tutti.

Paris, notre coeur et nos pensées sont avec toi. 

life, 1-30Like Miljian1 Comment