Il meglio della primavera in foto (secondo la nostra macchina fotografica, i nostri telefonini e noi)

Benvenuto Maggio! Ti aspettavamo a braccia aperte! Sappiamo già che vivremo 31 giorni super insieme! Il mese scorso ho deciso di fare una cosa. Dato che i nostri hard disk ( si, sono più di uno, da quando l'estate scorsa uno ci ha abbandonato senza preavviso lasciando dietro di sè un sacco di lacrime ora abbiamo paura!) stanno letteralmente esplodendo, mi sono detta che sarebbe stato super fare una selezione giorno per giorno dei migliori scatti, dei migliori momenti, dei ricordi che non vogliamo lasciare nel cassetto e farne un bel Best Of. E cosi', giorno dopo giorno, ho selezionato le nostre foto preferite da ogni strumento creatore di ricordi in immagini di casa nostra (macchina fotografica, cellulare mio, Iphone di Julien [si, lui ha un Iphone e io no! Vi pare giusto??]). Ne é uscito un super album. Ecco qui dunque a voi : Il meglio di Aprile. Le nostre immagini preferite e mai pubblicate, dove e perché.

Inizio Aprile. Fattoria di Maiano. Gita organizzata per il biondo, che esattamente 3 minuti e 25 secondi dopo aver varcato il cancello cade sulla ghiaia creandosi un perfetto bollo sulla fronte che sembrava avesse usato il compasso talmente era perfetto (e rosso). Questo, decisamente, non gli ha impedito di andare avanti a giocare nonostante una benda che gli cadeva perfino sugli occhi. Un vero pirata. E ovviamente non gli ha impedito neppure di baciare sua sorella (tanto per cambiare). Ne é uscita una delle mie foto preferite di sempre (benda a parte, perché ho tentato di mantenere la calma ma ammetto che le gambe quando ho visto il bollo rosso un po' mi hanno tremato). Risultato : ora tutto é guarito, ma il bollo rosso ancora si vede. Teo Il Leone é ora Teo il Leone d'India. Ganzo, no? ;-)

Ok, saro' ripetitiva, ma anche questa é una delle mie foto preferite di sempre. Amo Liettina quando arriccia il naso. Foto della categoria "La domenica del portone". Qui, nel Giardino di Boboli. Ogni domenica scattiamo una foto ricordo davanti ad un portone diverso. So già che amero' profondamente riguardarle quando i miei bimbi saranno grandi (e più alti di me, ad esempio).

Lietta e il suo Babbo, un amore senza confini.

Quel momento in cui ti senti fiera di te perché riesci a prendere in braccio entrambi i tuoi bambini mantenendoli alla stessa altezza (sapendo che Teo é un toro e Lia una piumetta) più sfondo di parete rosa, che io amissimo. Non solo perché é rosa, ma soprattutto perché si trova esattamente davanti ad uno dei nostri posti Street Food preferiti, in cui si mangiano delle super Arepe venezuelane. Mi sono pentita di non averci fatto una foto. Troppo buono. (indirizzo a fine articolo)

Nuovo must : verificare quotidianamente se la mia faccia é fatta di gomma. Ve la ricordate la scena del Bimbo Sperduto in Hook Capitan Uncino? Ecco, cosi'. (Lo fa anche a sua sorella che, ovviamente, si lascia fare. Imperturbabile.)

Julien ha insistito per farci una foto davanti a queste ali colorate. A noi quindi L'Arepa ci ha fatto l'effetto Redbull.

Adoro questa immagine. Non solo per i soggetti, ben inteso. Ma perché giuro ho fotografato quel glicine tutti i santissimi giorni in cui ci sono passata davanti (é a due passi da casa, quindi piuttosto quotidianamente). Fino a che una sera una brutta pioggia me l'ha portato via. Ora é il mio muro del pianto. Ciao ciao glicine, ti penso sempre. All'anno prossimo.

Babbi ganzi che in treno tengono due bambini per lasciare tranquille le mamme. Babbi da Oscar!

Selfie di famiglia appena scesi dal treno. (Julien si era appena preso un dito nell'occhio, che si vede? )

Selfie sfuocato causa macchina fotografica (non riusciro' mai a capire come mettere a fuoco la mia macchina fotografica, giuro!) ma che merita di essere incluso perché, mi ripetero', e non fa niente. Io amo questo uomo. E' la cosa più bella che c'é.  Anche se ha cucinato degli hamburger dimenticandosi il ketchup e facendo un panino solo con i pezzi di pane con il sesamo e uno solo con la parte inferiore (senza sesamo, quindi), J sei super! Love you to the moon and back!

Ritratto di famiglia su parete in mattoni in Bergamo City. Photo credit by Il Mio Babbo. Che cosi', all'improvviso, é presto diventata una delle mie preferite.

Dopo una breve tappa lombarda, di ritorno nella nostra Firenze. Guest stars : capello volante, sasso che Teo vuole gettare nell'Arno (altra nuova ossessione) e, beh, che dire, Ponte Vecchio.

Cosa vi avevo detto del glicine? <3

Mamma e Lia (appena svegliata). Selfie di un lunedi' mattina al Mercato in Santo Spirito. Aprile é stato il mese di una nuova abitudine, che ho follemente adorato. Almeno due volte a settimana, Teo nel passeggino, Lia nel marsupio, siamo andati insieme solo nei tre al mercato a comprare frutta, verdura e fiori. Da tradizione, Topolino comprato a Teo all'edicola (che é ufficialmente diventata la sua lettura preferita, a volte penso a quanto era anche la mia, e riconoscere mio figlio in me piccola é a tratti da pelle d'oca), passeggino colmo di sacchetti con buone cose all'interno, caffé per la mamma, nanna per Lia, e poi cantiamo per la strada. In generale, "Il coccodrillo come fa". Vorrei tenerli piccoli cosi' per sempre.

Sono follemente innamorata dei fiori. Qui, uno dei miei posti preferiti. In Piazza de' Ciompi.

Il mio vestito gravidanza/allattamento/qualsiasi momento é Maramea e lo potete trovare su Family Nation qui. Io lo adorisssssimo.

Ok, un'altra delle mie immagini preferite. Mi abbraccia e mi da un bacio. Devo essere stata davvero brava nella scorsa vita per meritarmi una figlia caramella cosi'!

Quella collana con la M non riesco più a toglierla. Avevo raccontato la sua storia qui.

Scena di normale vita quotidiana nelle nostre mattine solo noi tre. Giocando con le "Tatote".

Penso che non riusciro' mai a smettere di fotografarli mentre dormono.

Impossibile da dimenticare, Aprile é stato il mese in cui Lietta ha cominciato a mangiare. Senza parole. Si é fatta un'intera ciotola di pappa fin dalla primo tentativo. E ancora mi chiedo come in questo piccolo scricciolo (perché dalle foto non si nota, ma Lietta é una mini Lietta in realtà) ci stia tutta quella pappa. Un successone. Ed io, cosi', ho potuto trascorrere la mia prima mattinata in appuntamento di lavoro fuori SOLA sentendomi un'adolescente. Che sensazione!

Ecco come si é trascorsa la Pasqua qui ;-) La più bella Pasqua di sempre! (ne avevo parlato qui, con alcune tra le mie foto preferite del mese, decisamente).

Quel bicchiere con doppia cannuccia é uno dei miei acquisti top del mese. Di quelle cose che non servono assolutamente a nulla, ma che sono troppo ganze.

Metti una mattina Oltrarno. Una mamma e una Lietta nel wrap.

Foto by Teo. Amissimo.

Quel piedino!

Cosa avevo detto del Topolino? ;-)

Uno dei must di Aprile! Il gelatoooooo! Ho detto a Julien che potrei vivere di gelato. Probabilmente se la smettessi di scegliere solo creme (nocciola, bacio, cioccolato bianco e pistacchio, kinder, cookies) avrei più chances di sopravvivenza con una dieta di solo gelato. Per il momento, forse, meglio rimandare l'esperimento.

Non voglio mai dimenticare che la prima cosa che Teo fa appena sveglio é correre in camera, saltare sul lettone, dire "Coucou Lia" e riempire di baci sua sorella. Lei lo vede e nonostante sia presa per una pallina di pongo lo guarda e ride. Quanto sono felice di avere questi due bambini.

E nulla, lei al posto di dormire guarda e ride anche con me. Lia é una pila Duracell.

Lia e il fenicottero.

Le sta leggendo il Topolino (stritolamento a parte).

Don't stop dancing in Florence with a flowers dress (la mattina prestissimo, quando ancora la città tace).

Mi piacerebbe mandare questa immagine alla me del passato, quando ancora vivevo a Parigi, e dirmi : "Ehi, un giorno sarà cosi' ". Grazie vita.

Lia é stata con il suo Babbo all'incirca 4 minuti e 34 secondi.

Cosa avevo detto di questo folle amore?

Una perla. Merita sfondo del telefono!

Personalissimi aiuto chef.

In uno dei miei posti preferiti. Il Tepidarium del Roster, al Giardino dell'Orticoltura (dove avevamo organizzato un Pic Nic, di cui avevo parlato qui ) . Quando mi manca Parigi, quando ho voglia di un po' di Belle Epoque, vado li. Due volte all'anno, qui, la Mostra Mercato di Piante e Fiori. Una meraviglia.

Amo quando fa cosi'.

E mentre la mamma é dal parucchiere, ricevo questa immagine. Grazie vita parte seconda.

Con quei pennarelli poco prima aveva cercato di fare un disegno sulla lingua di sua sorella. Che ovviamente, cosa ha fatto? Si é lasciata fare, guarda un po'. L'ho ritrovata verde viola. Vena artistica.

C'é un futuro?

Questa storia dei cappelli sta prendendo la piega giusta ;-)

La crew un bel sabato mattina alla fermata dell'autobus. Un giorno avremo una macchina, giuro. O forse no. Un giorno avremo un' Ape Cross. Si si.

Al Giardino dell' Iris.

Una farfalla tra i fiori.

Nuovo must n° 3 : spingere il passeggino da solo. Troppo figo.

Uno dei miei ultimi scatti preferiti con il mio biondo del cuore, che ancora mi concede dei balli.

Giardino delle Rose. Più Cupola. Più Babbo J. Top.

Tutto cio' di cui uno ha bisogno un bel sabato a pranzo. Pad Thai. Aaaaaah, potrei fare una dieta anche di cucina asiatica. (Dove? Indirizzo a fine articolo)

Ecco, aspetta. Stai fermo cosi'che ti faccio una foto. Non muoverti. Clic. Guarda. Questo é cio' per cui ti amo cosi' tanto.

Ed insomma eccoci qui. Alla fine di questo folle Aprile tra bolli sulla fronte, gelati, pizze (un sacco di pizze), mercati, verdura frutta e fiori, grandi tappe, cappotti e calzoncini corti, un film visto nella quiete tutti e quattro insieme (Olééé! - ma era Aladdin, lo ammetto), teste sulle spalle, una quantità abnorme di caffé e...tadaaaaan...valigie! Tra un paio di giorni si parte (l'ultimo articolo sulla nostra buon vecchia Parigi qui). Inutile dire (soprattutto perché l'ho già detto un sacco di volte) che siamo extra felici. Mercoledi' si sale su un aereo direzione Ville Lumière. Il prossimo aggiornamento, sarà da li'! Nel frattempo, Cheeeeeeers a tutti!

With a Lot of Love!

I Miljian

Our Dolce Vita addresses :

  • Fattoria di Maiano - Via Benedetto da Maiano 11, 50014, Fiesole (FI) – Sito Web
  • Giardino di Boboli – Piazza Pitti, 50121, Firenze – Sito per costi orari e info
  • L'Areperia,ristorante venezuelano - Via della Mosca 1/red, 50122, Firenze - Sito Web
  • Giardino dell'Orticoltura - Via Vittorio Emanuele II 4, 50139, Firenze - Sito Web [due volte l'anno Mostra Mercato di Piante e Fiori, la versione primaverile dal 25 aprile al 1 maggio]
  • Giardino dell'Iris - Piazzale Michelangiolo, 50125, Firenze - Sito Web - aperto solo dal 25 aprile al 20 maggio
  • Giardino delle Rose - Viale Giuseppe Poggi 2, 50125, Firenze - Più info
  • Ic Che Thai, street food thailandese - Lungarno Benvenuto Cellini 25c, 50125, Firenze - Pagina Facebook