Quello che ho scoperto vivendo a parigi...

IMG_0754.jpg

Ho scoperto che i trasporti pubblici possono essere talmente efficienti che puoi non vivere con la sfrenata necessità di iscriverti alla scuola guida il giorno stesso in cui compi 18 anni.

Ho scoperto che i trasporti pubblici possono essere talmente efficienti che puoi uscire di casa sapendo con esattezza quando arriverai a destinazione pur cambiando tre linee di metro.

Ho scoperto che quando il tempo di attesa della metro é superiore a 3 minuti é obbligatorio sbuffare e dire "Non mais c'est une blague, qu'est-ce que ils croient, eux? Que j'ai du temps à perdre" ("No ma é uno scherzo! Cosacredono questi?Che ho tempo da perdere?")

Ho scoperto che, nonostante la prossima metro arrivi fra 2 minuti, nonostante tu abbia una valigia grande quanto quella degli immigrati italiani che arrivarono negli States ad inizio Novecento,e nonostante la metro che sta arrivando al binario sia stracolma di gente perché é l'ora di punta, arriverà un momento in cui anche tu farai gli scalini due per due cercando di prendere proprio la metro che sta arrivando al binario e non quella che arriva fra due minuti perché anche per te due minuti saranno troppi. (e poi salirai sulla metro e, pervasa dall'intenso odore di sudore di tutta la gente che ha fatto esattamente la stessa cosa tua, sorriderai dicendoti "oh mio Dio, é successo anche a me, non staro' diventando una parigina schizzata pure io?")

Ho scoperto che il momento aperitivo/mangiamo qualcosa fuori potrebbe non solo essere un piacevole bevuta ma una fervida necessità quando vuoi stare con gli amici ma colui che ha l'appartamento più grande vive in 20 m2 ( e tutti glielo invidiano)

Ho scoperto che quando cerchi casa non sei tu che scegli lei ma é lei che sceglie te. E che per trovare casa serve un dossier. Un garante. Ore d'attesa davanti alla porta d'ingresso aspettando il tuo turno di visita lanciandoti sguardi assassini con la gente attorno che sta aspettando la stessa cosa tua. E tanta, tanta santissima pazienza.

Ho scoperto che si puo' vivere in un posto in cui non esiste non sapere cosa fare ma piuttosto avere talmente una vasta gamma di cose da poter fare da non saper scegliere.

Ho scoperto che si puoi incrociare per la strada in pieno inverno gente con i capelli bagnati, perché a Parigi "Il n'y a pas de temps" ("Non c'é tempo")

Ho scoperto che se ricevi a casa una lettera del ministero delle finanze pubbliche, prima di mettere la testa nel forno ti conviene aprirla perché potrebbe esserci all'interno un'assegno dello Stato a te destinato che ha deciso di premiarti giusto perché esisti e lavori.

Ho scoperto che in una serata incontrerai persone che prima di chiederti chi sei ti chiederanno "Mais alors, qu'est-ce que tu fais dans ta vie?" ("E tu allora, che cosa fai nella vita?") perché a Parigi cio' che ti identifica non é chi sei ma il lavoro che fai.

Ho scoperto che il caffé non é una bevanda ma uno stile di vita e forse é meglio berlo solo in Italia.

Ho scoperto che i francesi mangiano la pizza con ragu' e ananas, e nonostante tutto la chiamano pizza.

Ho scoperto che a Parigi ci sono quartieri in cui la gente ti squadra presuntuosa sfidandoti a chi ha la borsa più trendy e quartieri in cui se qualcuno ti squadra guardandoti la borsa é solo perché sta pensando alla maniera in cui rubarti il cellulare.

Ho scoperto che ci sono parigini che hanno visto la Tour Eiffel meno volte di un turista che rimane a Parigi una settimana.

Ho scoperto che la sindrome da mancanza di sole esiste davvero, che uno straniero proveniente da un Paese mediterraneo puo' rimanerci secco e che sui parigini ha l'incredibile effetto di farli diventare irritanti, arroganti, presuntuosi, mai un sorriso, mai 'na gioia. Insomma, stronzi.

Ho scoperto anche che appena esce un raggio di sole le terrazze dei bistrot si riempiono, la gente si ritrova sul lungosenna a bersi birre con gli amici, tutti sono improvvisamente allegri e sorridenti e nella metro si sentono ragazzi talmente tragressivi da rompere il silenzio per pianificare picnic al parco o passeggiate in bicicletta.

Ho scoperto che a Parigi é sufficiente cambiare quartiere per cambiare continente.

Ho scoperto che in francese "Si" non si dice "Oui" ma "Ouais", perché fa più ghetto.

Ho scoperto che i francesi lo spirito della Rivoluzione Francese ce l'hanno nel sangue, e che quando decidono di manifestare non scherzano.

Ho scoperto che i francesi al "liberté, égalité" ci credono davvero. (magari al "fraternité" un po' meno).

Ho scoperto che i bimbi francesi il mercoledi' non vanno a scuola, e che il concetto dello scrivere la tesi per potersi laureare non esiste. Che le medie durano quattro anni, che il liceo ne dura solo tre, e che quindi i ragazzi francesi sono pronti a lanciarsi arzillamente nel mondo universatario quando noi, pallidi e disperati, dobbiamo ancora affrontare l'anno della maturità.

Ho scoperto che il rap francese esiste e che é buffo più o meno quanto un pesciolino rosso che si traveste da piranha.

E poi ho scoperto che é proprio vero che Parigi é bella.

Ho scoperto che passeggiare di notte per Saint Germain des Prés é la cosa più poetica che esista.

Ho scoperto cha alla fine se la cerchi bene una vera pizza la puoi trovare.

Ho scoperto che non c'é niente di più romantico del Pont des Arts in un pomeriggio primaverile.

Ho scoperto che niente é più affascinante dei tetti di Parigi.

Ho scoperto che ogni via nasconde un angolo di storia, e c'é sempre qualcosa di nuovo da scoprire.

Ho scoperto che Parigi puoi amarla o odiarla, ma che non ti sarà mai indifferente.

E poi dopo tutte queste scoperte, ho proprio scoperto una cosa...che scoprire é meraviglioso, ma a volte lo é ancora di più ritrovarsi in questi posti dove da scoprire non c'é più nulla perché li conosci meglio di qualsiasi cosa al mondo.

E cosi' ho scoperto a quel croissant nel Marais preferivo ancora il mio cappuccino in Santa Croce.

Foto d'archivio

Aprile 2013 - Aperitivo sui tetti vista Notre Dame

Settembre 2011 - Jardin des Tuileries

Agosto 2011 - Marais

Settembre 2011 - Champs Elysées

Intemporale - Kir Cassis et Pastis

Ottobre 2013 - Pont Alexandre III

Agosto 2012 - Grand Palais

Ottobre 2013 - Parvis du Musée d'Orsay

Marzo 2014 - Quai de la Tournelle

Novembre 2012 - Tang Frères, quartiere cinese

life, 1-30Like Miljian1 Comment