Cinque utilissimi segreti per viaggiare con bambini

Non è semplice, questo ormai è indubbio. Ma è anche comprensibile, perché, come in qualsiasi comitiva, le necessità e gli interessi non possono essere gli stessi di quando si è soli o in coppia. Coniugare più persone è sempre più complesso che avere solo le proprie esigenze a cui pensare.

Cambiano gli orari, i ritmi, e le priorità. Ed abbiamo l’impressione che debba cambiare soprattutto ciò a cui, con le lacrime agli occhi, ci troviamo a rinunciare, già nostalgici : la scelta della destinazione.  

E fu così’ che videro in cartolina la bianca spiaggia thailandese volare nell’aria…

Ma c’è essenzialmente una buona notizia :  è solo un’impressione.

Udite udite, dopo 500 giorni di viaggio no-stop, dall’Asia all’America, la nostra è ormai una bellissima evidenza : è possibile!

Qui di seguito troverete cinque utilissimi consigli che non restituiranno magari alle 12 ore di aereo di fila il silenzio e l’assenza di animali di “Madagascar”, ma che sicuramente vi faciliteranno alla grande nell’organizzazione e nelle scelte legate al vostro prossimo viaggio. Per il quale, non dovrete privarvi di nulla. :)

CAPITOLO 1 - LA SCELTA DEL VOLO

Che la vostra sia una destinazione a corto raggio o che abbiate già cominciato a chiedervi come affronterete quelle 15 ore di volo, c’è un segreto che, non solo con estrema onestà possiamo dire che con noi abbia sempre funzionato, ma che effettivamente è un grande trucco. L’orario del volo è fondamentale! La vostra paura sarà effettivamente legata al fatto che dormire in aereo non è di grande comodità, ma, e questa è la realtà, la vostra è una paura da adulto. Sarete sorpresi nel vedere come i vostri bimbi, a poca distanza dal solito orario quotidiano di casa, si addormenteranno sul loro sedile o nelle vostre braccia.

Se vi preparate ad affrontare un lungo viaggio, il volo di notte è la soluzione che più vi aiuterà, e arriverete a destinazione senza aver dovuto affrontare almeno il 50% delle preoccupazioni che un viaggio aereo con bambini può comportare.

Se invece il vostro volo non supera le 3 ore, consigliato l’orario del sonnellino pomeridiano, oppure, e qui rimarrete stupiti, la mattina prestissimo: non sarete gli unici ad essere stanchi, e c’è l’alta possibilità che i vostri piccoli si addormenteranno fin dal decollo.

I nostri voli più lunghi sono stati un Parigi-Osaka interamente affrontato la notte, un Seoul-Los Angeles, infinito, in cui i bambini hanno fatto notte e perfino pisolino comodamente sdraiati sulle nostre gambe, un Hong Kong-Doha seguito da un Doha-Parigi in cui in totale sull’aereo abbiamo trascorso un’intera giornata e un Kathmandu-Milano interrotto da uno scalo in cui grazie all’intrattenimento a bordo e ad un buon relax cullati dall’aereo li abbiamo sentiti meno che in un pomeriggio trascorso a casa.

Ricordatevi inoltre che a partire dai due anni di età i vostri bambini avranno il loro posto a sedere, e per quanto sia obbligatoriamente più dispendioso, diventa decisamente molto più confortevole.

web-2114.jpg

CAPITOLO 2 - VIAGGIARE LEGGERI

Avrete sempre la sensazione di aver dimenticato qualcosa, quella non sparirà mai.

Ma, in compenso, quando vi ritroverete all'aeroporto, in stazione, o perfino al momento dello svuotare il vostro vano bagaglio, tutto l’inutile vi chiederete perchè l’avete preso.

Ancor di più se viaggiate verso Paesi lontani. Ancor di più se vi ritroverete voi a spingere le vostre stesse valigie.

Partite sempre e comunque dal presupposto che, ovunque andrete, nascono, crescono e vivono dei bambini. Che sono esattamente come i vostri. Non è quindi assolutamente necessario caricarsi di roba giusto perchè “Non si sa mai che lì non ci sia”. Non è possibile.

Essenzialmente, questo è ciò di cui avrete strettamente bisogno:

  • un cambio al giorno per bambino (se si sporca ed è indispensabile, troverete laundry, ossia le cosiddette lavanderie, in ogni parte del mondo)

  • per i bimbi molto piccoli, giusto se necessario uno scaldabiberon e un paio di ciucci nel caso il primo venga perso

  • secondo la durata del viaggio, i loro giocattoli preferiti (consapevoli che comunque qualsiasi cosa troveranno una volta arrivati a destinazione gli interesserà molto più di ciò che avete portato da casa)

Nessuna ulteriore necessità. Niente vestiti in più, niente superfluo. Piuttosto, ed è estremamente divertente ed utile, comprate sul posto: se viaggiate verso Paesi caldi, ad esempio, gli abiti che troverete sul posto saranno più adatti alla temperatura, un giocattolo nuovo li terrà intrattenuti al ristorante mentre voi potrete pranzare tranquillamente, e considerate che un libro nuovo, essendo scritto in un’altra lingua, gli insegnerà nuove parole, e sarà un ottimo souvenir una volta di rientro a casa. :)

Viaggiate leggeri, e sarete più liberi.

CAPITOLO 3 - I VALIDI ALLEATI

Non c’è segreto: soli non si ottiene mai nessun risultato.

Assicurazione, come trovare la migliore, consigli di viaggio, come muoversi in caso di problemi, oppure consigli su come ottenere rimborsi in caso di aereo ritardato o cancellato. Di questo e di molto altro si occupa il servizio Partiamo Insieme di Altroconsumo. Per essere sempre accompagnati, seguiti, ed aiutati, in qualsiasi tappa del nostro viaggio, da qualsiasi parte del mondo. Noi ad esempio abbiamo trovato utilissime le info sulle normative per tutto ciò che riguarda il seggiolino auto, primariamente fondamentali quando si viaggia con i piccoli e lo si vuole fare in sicurezza. Viene inoltre messa a disposizione una consulenza gratuita con degli avvocati specializzati nella tematica viaggi, servizio utilissimo soprattutto e in particolar modo quando si tratta di problematiche che occorrono quando siamo già lontani da casa.

Perchè per chi ama organizzarsi il proprio viaggio in autonomia, come sempre facciamo noi, la parola d’ordine è informarsi, per poi vivere a pieno e per davvero la migliore esperienza di viaggio. Trovate più info qui http://bit.ly/fbLikeMiljian

web-4194.jpg

CAPITOLO 4 - FLESSIBILITÀ

C’è un’arma incredibile, potentissima, che ha la capacità di rendere il viaggio per tutti molto più piacevole ed armonioso : la flessibilità.

Si può certamente organizzare le giornate e fare un ipotetico itinerario quando ancora ci si trova a casa con le valigie aperte, e si può anche far di tutto per rispettare l’organizzazione, e per non perdere un solo secondo, ma il segreto è: calma!

Quando si viaggia con i bambini, se non fosse anche solo per la lunghezza delle loro gambe, bisogna prendere in considerazione i loro tempi, le loro esigenze, ed anche i loro interessi.

L’ideale : programmare la giornata di modo tale da dedicarne la metà a loro e metà a voi (dai due anni in sù, con i più piccini non esiste miglior alleato di un buon marsupio per viaggiare sulle spalle della mamma o del papà).

Non gli si può richiedere improvvisamente di visitare musei, camminare km, e tenere un ritmo che nel loro quotidiano non hanno neppure in un intero mese, e magari imponendo il “no capricci”. A meno che la vostra destinazione non sia la spiaggia, perchè in quel caso incontrate la loro totale felicità, cominciate la giornata con un’attività interessante per voi. Freschi del nuovo giorno, e consapevoli che poi arriverà il loro momento, se poi coinvolti ancora meglio, si godranno la mattina e la faranno godere anche a voi. Il pomeriggio informatevi su un parco giochi in zona, su musei con programmi appositi per bambini, oppure valutate un tour in libreria. Si sentiranno parte del viaggio, coinvolti, non si annoieranno, e per voi diventeranno i migliori compagni di viaggio.

CAPITOLO 5 - L’ABITUDINE

La più grande risorsa è poi lei: l’abitudine. Regola valida anche da adulti, è l’esperienza che ci aiuta sempre a fare meglio. Non abbiate timore o paura, abituate i vostri bambini a viaggiare, fin da piccolissimi. Non sottovalutateli: si adatteranno probabilmente molto meglio di voi. Non agitatevi, e non stressatevi : voi siete i loro modelli, loro si ispirano a voi, se vi sentono nervosi lo diventeranno anche loro.

Abituateli all’aereo, a dormire all’aperto, a delle giornate fuori casa, a vedere il diverso. Coinvolgeteli in ciò che state facendo, raccontando e spiegando.

Diventerà per loro una splendida avventura, per voi una bellissima esperienza.

E vivrete così il miglior viaggio di sempre!

In collaborazione con Altroconsumo. Più info sul servizio Partiamo Insieme qui http://bit.ly/fbLikeMiljian #PartiamoInsieme #altroconsumoviaggi